Il Management.it

Home » 2014 » ottobre (Pagina 2)

Monthly Archives: ottobre 2014

GLI ITALIANI, QUANTA FIDUCIA RIPONGONO NELLA SCUOLA ? Scarica la ricerca completa

coop

Repubblica ha pubblicato una interessante ricerca sul rapporto fra la scuola e i cittadini.

Il sondaggio di Demos-Coop dimostra come la valutazione nei suoi riguardi sia ancora molto positiva.

Oltre metà degli italiani, il 53%, continua a guardarla con fiducia.

Mentre circa il 60% si dice soddisfatto del funzionamento delle scuole, di diverso tipo e livello.

Più di 6 persone su 10, inoltre, manifestano fiducia nei confronti degli insegnanti pubblici.

La differenza tra istruzione pubblica e privata, negli orientamenti dei cittadini, si conferma elevata e significativa.

A tutto vantaggio del pubblico, che appare molto più credibile, fra i cittadini.

Che si tratti delle scuole o degli insegnanti.

Peraltro, il prestigio della “professione” del docente continua a essere ritenuto elevato e in crescita rispetto al passato recente.

Soprattutto riguardo ai “maestri” e ai “professori universitari”.

Anche se quasi tutti (docenti compresi) vorrebbero che gli insegnanti venissero valutati e trattati su basi maggiormente “meritocratiche”.

Perché non tutti i maestri, non tutti i professori sono egualmente disponibili, capaci, preparati, impegnati…

La scuola continua, dunque, a costituire un riferimento importante, anzi, essenziale per i giovani e per le loro famiglie.

Ecco la ricerca completa.

UN’IMPORTANTE NOVITA’ SUL TIMELINE DI TWITTER

twitter

Twitter ha annunciato che riconfigurerà il flusso dei tweet in funzione della loro “pertinenza” e non più in base alla cronologia.

Questo cambiamento lo avvicinerà al “rivale” Facebook, ma farà sicuramente storcere il naso ai propri utenti, che preferiscono le informazioni in tempo reale.

Il flusso dei tweet consultati potrebbe così comprendere anche cinguettii di persone che gli utenti non avevano scelto di seguire.

Inoltre non sarà più possibile tornare al flusso cronologico.

Per ora il progetto sarà solo sperimentale e non coinvolgerà il 100% degli utenti.

E’ bastato però l’annuncio della partenza del test per far scatenare gli utenti, che hanno subissato la società di San Francisco di inviti a desistere.

Ecco l’annuncio ufficiale di Twitter.

GLI STRANIERI CHE FANNO BUSINESS IN ITALIA. Ecco i numeri

COMMERCIO

Continuano a crescere le imprese straniere del commercio.

A fine 2013 se ne contano oltre 40mila nel commercio al dettaglio in sede fissa – i negozi – con una crescita del 9,2% a fronte di una contrazione di oltre un punto e mezzo percentuale del totale delle imprese del settore.

E nel commercio ambulante, nello stesso periodo, la crescita delle imprese straniere è stata del 15,6%. E’ quanto emerge da uno studio dell’ufficio economico Confesercenti.

L’incidenza delle imprese straniere sul totale dei commercio al dettaglio nei negozi è passata dal 5,2% del 2011 al 6,2% del 2013, anche se si registrano notevoli differenze tra aree geografiche e i vari comparti del commercio: nel commercio ambulante è ‘straniero’ quasi un imprenditore su due (46,8%), mentre nel commercio al dettaglio alimentare la quota di imprese guidate da persone non italiane si ferma al 6,2%, la stessa percentuale registrata dal commercio nel suo complesso. Spicca però, in questo settore, la massiccia presenza di imprenditori stranieri nella vendita di frutta e verdura: una frutteria su 10 (il 9,9%) è ‘straniera’, nel Lazio addirittura 1 su 3.

Nel dettaglio non alimentare specializzato, invece, le imprese straniere incidono per un 5,4% situazione di poco differente rispetto a quella del 2011 (5,1%), mentre nel dettaglio non specializzato raggiungono, nel 2013, il 9,9% del totale.

Ecco la ricerca di Confersercenti SWG

UNA NUOVA RETE DI SUPPORTO PER LE STARTUP. Ecco i dettagli

business

Presentato ufficialmente a una platea affollata dai rappresentanti di oltre 100 imprese, fondi d’investimento e professionisti il Business Angel Club ha tra i suoi organizzatori alcuni dei più grandi attori dell’ecosistema startup: Digital Magics, incubatore certificato di startup innovative quotato sul mercato Aim Italia di Borsa Italiana; 012Factory, incubatore privato di Caserta supportato da Google e Microsoft; Fondazione Idis-Città della Scienza, istituto per la valorizzazione della cultura scientifica e incubatore di startup e spinoff innovative, e TechHub, percorso di accelerazione del Banco di Napoli, Camera di commercio di Napoli e Università Federico II.

«L’idea – spiega Gennaro Tesone partner di Digital Magics – è creare un network che aiuti, anche economicamente, le startup migliori nel fare il passo successivo.

Si tratta di startup che sono già oltre la fase di progettazione e che si stanno effettivamente lanciando nel mercato.

L’aiuto di una rete di big del mercato e della finanza è fondamentale per garantirne la crescita.

Così, partendo dall’esperienza del Digital Magics Angel Network (rete di oltre 100 soggetti privati, istituzionali, industriali, finanziari, che partecipano con Digital Magics nelle attività di selezione, mentorship e co-investimento in startup digitali), abbiamo voluto ricreare questo modello di successo nel Mezzogiorno per la nascita di un ecosistema solido dell’innovazione e per lo sviluppo del territorio».

Ecco l’annuncio ufficiale

I FATTORI CHE INFLUENZANO I COMPORTAMENTI D’ACQUISTO ALL’INTERNO DEL PUNTO VENDITA.

 

MKT SENSORIALE

L’ambientazione del punto vendita è un fattore che troppo spesso viene sottovalutato e che in questo periodo storico diviene un elemento cruciale.
I consumatori sono diventati più attenti, ricettivi ed informati. Fidelizzarli è sempre più difficile e per appagarli occorre rendere la loro esperienza d’acquisto indimenticabile.

La scienza ha ormai espresso un chiaro parere a riguardo:

– L’ambientazione agisce sul sistema percettivo del consumatore ed influenza largamente il suo comportamento d’acquisto.
– Ambienti e stimoli sensoriali aumentano visite e volumi di spesa.
– Esiste un forte impatto dei sensi sulle scelte d’acquisto.

 
COME AGIRE?

Bisogna differenziarsi dalla concorrenza seducendo i clienti attraverso un ambiente gradevole ed accattivante. Strategie di Marketing “sensoriale” ed “olfattivo”, garantiscono delle percezioni positive nelle menti dei propri clienti: ricordi, reazioni affettive, buon umore, aumento del tempo di permanenza nel punto vendita, disponibilità all’attesa etc. Lo scopo è quello di migliorare la predisposizione all’acquisto.
Il punto vendita deve diventare un teatro e le scenografie devono essere create con l’uso strategico di suoni, colori, luci e odori. Il cliente deve vivere un’esperienza “emozionale”.

A CHI RIVOLGERSI?

Ideale sarebbe rivolgersi ad esperti di Marketing sensoriale o a consulenti Marketing validi, nulla però vieta di mettersi alla prova e testare la propria creatività.

IN BOCCA AL LUPO!

TRIPADVISOR LANCIA IN TUTTO IL MONDO IL SISTEMA DI PRENOTAZIONE INSTANTANEA. Ecco di cosa si tratta

TRIP

La funzione Instant Booking, consente di prenotare un hotel in modo veloce e semplice senza dover lasciare il sito di TripAdvisor.

Instant Booking di Tripadvisor è stato lanciato ufficialmente nel giugno 2014.

In questi mesi sono state avviate numerose collaborazioni con i principali  sistemi di prenotazione di hotels a livello mondiale.

Al momento è disponibile solo per i viaggiatori statunitensi ma presto verrà estesa in tutto il mondo.

Ecco il sito di Instant Booking

219 PAGINE DI STATISTICHE SUL MERCATO DELLE TELECOMUNICAZIONI IN ITALIA. Scarica il documento

tele

Una panoramica sulle principali dinamiche in atto nella filiera italiana delle Telecomunicazioni, inquadrate nel contesto macroeconomico italiano, in relazione a ciò che accade a livello internazionale e valutate anche all’interno del più ampio comparto dei servizi e contenuti digitali (Digital Economy), con un focus sulle dinamiche del mercato del lavoro nella filiera italiana.

Per scaricare il rapporto bisogna iscriversi gratuitamente al sito di Osservatori.net ed accedere ai report gratuiti.

Ecco il link.

EBBENE SI, LA SANITA’ ITALIANA E’ ALL’AVANGUARDIA NEL MONDO. Scarica l’indagine completa pubblicata da Bloomberg

health

La classifica di efficienza dei sistemi sanitari elaborata da Bloomberg mette in fila 51 paesi tra quelli con popolazione superiore ai 5 milioni, prodotto interno lordo di almeno 5mila dollari Usa e un’aspettativa di vita superiore ai 70 anni. Tra i parametri presi in considerazione l’aspettativa di vita, la percentuale di spesa sanitaria sul totale del pil e spesa totale pro-capite per la Sanità, sintetizzati in un parametro generale di efficienza che nel caso di Singapore segna 78,6 punti, 77,5 per Hong Kong e 76,3 per l’Italia; staccati Giappone (68,1), Sud Corea (67,4) ed Australia (65,9).

health2

Per scaricare la ricerca di Bloomberg, clicca QUI.

LE VENDITE IN EDICOLA E IN DIGITALE DEI GIORNALI ITALIANI. Scarica i dati completi

diffusione

Il «Corriere della Sera» si conferma anche ad agosto il quotidiano più diffuso in Italia, con una media di 411 mila copie giornaliere e una crescita dell’1,4% su luglio (+4% per le vendite).

Lo raccontano gli ultimi dati Ads, pubblicati ieri e basati sulle statistiche degli editori: la somma delle copie cartacee e digitali.

Al secondo posto c’è la «Repubblica» a quota 393 mila copie, quindi il «Sole 24 Ore» con 362 mila copie.

Seguono la «Gazzetta dello Sport» (285 mila copie il lunedì, 287 mila copie gli altri giorni), la «Stampa» (222 mila copie), il «Messaggero» (170 mila copie), il «Corriere dello Sport-Stadio» (159 mila copie il lunedì, 163 mila gli altri giorni) e «Qn-Il Resto del Carlino» (125 mila copie).

I numeri valgono come diffusione totale, includendo per esempio la distribuzione in edicola, gli abbonamenti, le vendite dirette e le copie digitali, con dati per singolo canale diversi a seconda della testata.

Per quanto riguarda le vendite di copie digitali, in testa c’è il «Sole 24 Ore» (190 mila), quindi seguono il «Corriere» (76 mila) e la «Repubblica» (65 mila).

Per i completi pubblicati da Prima Comunicazione, clicca QUI.

FACEBOOK ESTENDE IN TUTTO IL MONDO LA PIATTAFORMA PUBBLICITARIA AUDIENCE NETWORK. Ecco come funziona

facebookok

Fino ad oggi Facebook ha valorizzato il suo advertising attraverso i classici banner che compaiono sulla parte destra della home.

Con la nuova piattaforma Audience Network, gli sviluppatori potranno guadagnare ospitando annunci pubblicitari sulle APP per smartphone e tablet progettate specificamente per Facebook.

3 sono i possibili formati pubblicitari:

– Banner
– Interstitial
– Native

Per maggiori dettagli sul funzionamento, clicca QUI.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: