Il Management.it

Home » 2015 » settembre

Monthly Archives: settembre 2015

IL CONSUMO DI PRODOTTI BIOLOGICI IN ITALIA. Scarica il rapporto completo pubblicato da ISMEA

biologico

L’istituto di ricerca ISMEA ha presentato in questi giorni il rapporto

“Tutti i numeri del biologico italiano”.

.

Un giro d’affari al consumo superiore ai 2,1 miliardi di euro nel solo canale domestico, senza considerare quindi tutto quello che passa attraverso la ristorazione, i bar, le mense e in generale il food service.

.

distribuzione bio
A fare la parte da leoni sono la Distribuzione moderna (ipermercati, supermercati, discount, libero servizio) con un fatturato nel segmento di circa 855 milioni (il 40% del valore del bio-retail) e le superfici specializzate nella vendita di prodotti biologici che muovono più di 760 milioni di euro  (equivalenti al 35% del totale).

.

Ai restanti canali le stime Ismea attribuiscono un’incidenza complessiva di quasi il 25%, rappresentata per il 10% da mercatini, vendite dirette, gruppi di acquisto solidali (Gas) ed e-commerce, per l’8,9% dai negozi tradizionali e per il 5,1% dalle farmacie.

Quasi trascurabile, pari allo 0,6%, la quota complessiva riconducibile ad erboristerie e parafarmacie.

.
consumi di alimenti biologici presso la Gdo, spiega l’Ismea nel Rapporto BIO-RETAIL, esprimono tassi di crescita molto sostenuti, in evidente controtendenza rispetto alle vendite di prodotti alimentari convenzionali.

gdo bio

Dopo aver chiuso il 2014 con un incremento dell’11%, gli acquisti di food bio hanno spiccato letteralmente il volo nei primi sei mesi dell’anno in corso facendo registrare un aumento in valore vicino al 20%, che allarga ulteriormente il gap con il trend dell’agroalimentare nel complesso, fermo nello stesso periodo a un +0,1%.

.

Per scaricare il report di ISMEA, clicca QUI

VUOI CREARE UNA NUOVA IMPRESA ? Oggi è stato pubblicato il nuovo bando NIDI della Regione Puglia. Leggi le novità

Foto Nidi

Oggi è stato pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Puglia il nuovo Avviso della misura Nidi.

.

Ecco le novità.

 .

  1. La misura è destinata a soggetti appartenenti a categorie svantaggiate così come specificato di seguito, che 
intendano avviare, sul territorio della regione Puglia, un’iniziativa imprenditoriale nella forma della microimpresa prevedendo un programma di investimenti completo, organico e funzionale di importo complessivo compreso tra 10.000 e 150.000 Euro.

  2. Le Nuove Iniziative d’Impresa dovranno essere partecipate per almeno il 50%, sia del capitale sia del numero di soci, da soggetti svantaggiati appartenenti, alla data di presentazione della domanda preliminare di cui al successivo Art. 10, ad almeno una delle seguenti categorie:

giovani con età tra 18 anni e 35 anni;


.

– donne di età superiore a 18 anni;


.

– soggetti che non abbiano avuto rapporti di lavoro subordinato negli ultimi 3 mesi;

.

– persone in procinto di perdere un posto di lavoro riconducibili alle seguenti fattispecie:

  • i dipendenti di imprese poste in liquidazione o soggette a procedura concorsuale;

  • i dipendenti di imprese posti in mobilità;

  • i dipendenti di imprese posti in Cassa Integrazione Guadagni o beneficiari di ammortizzatori sociali in 
deroga gestiti dalla Regione Puglia;

 .

– i titolari di partita IVA in regime di mono-committenza non iscritti al registro delle imprese che, nei 12 mesi antecedenti la presentazione della domanda telematica preliminare, abbiano emesso fatture per un imponibile inferiore a 30.000 Euro verso non più di due differenti committenti.

 .

I soggetti destinatari delle agevolazioni sono le microimprese ancora da costituirsi o di nuova costituzione.

.

Si 
considerano di nuova costituzione le imprese che, alla data di presentazione della domanda preliminare di accesso alle agevolazioni, siano costituite (o Ditte Individuali che abbiano aperto Partita IVA) da non più di 6 mesi e siano inattive.

.

Si considerano inattive le imprese che non abbiano emesso fatture attive né percepito corrispettivi.

 .

INTENSITÀ DI AIUTO

– Per programmi di investimento di importo complessivo fino a € 50.000,00, l’intensità di aiuto è pari al 100% degli investimenti ammissibili.

 .

– Per programmi di investimento di importo complessivo compreso tra € 50.000,01 e 100.000,00 l’intensità di aiuto è pari al 90% degli investimenti ammissibili.

 .

– Per programmi di investimento di importo complessivo compreso tra € 100.000,01 e 150.000,00 l’intensità di 
aiuto è pari all’80% degli investimenti ammissibili.

 .

Le agevolazioni in conto impianti sugli investimenti non possono superare l’importo massimo di €120.000,00 e 
sono costituite da:

.

– un contributo a fondo perduto pari al 50% degli totale degli investimenti agevolati;

– un prestito rimborsabile pari al 50% degli totale degli investimenti agevolati.

.

Rispetto al vecchio bando Nidi, ecco le novità:

 .

  1. Estensione della misura anche ai seguenti settori:

    – commercio elettronico(che non potranno svolgere altra attività di commercio tradizionale al dettaglio o all’ingrosso);

    – traslochi, magazzinaggio, attività di supporto ai trasporti, servizi postali e attività di corriere;

  2. Possibilità di dare continuità ad imprese preesistenti, oltre che per il passaggio generazionale, anche per il rilevamento di imprese in crisi da parte dei dipendenti;

  3. Innalzamento ad € 10.000,00 del contributo a fondo perduto sulle spese di gestione;

  4. Ammissibilità tra le spese di gestione di:

    – canoni ed abbonamenti per l’accesso a banche dati, per servizi software,

    servizi “cloud”, servizi informativi, housing;

    – registrazione di domini Internet;

    – servizi di posizionamento sui motori di ricerca, acquisto di spazi per campagne di Web Marketing, Keywords Advertising, Social, Brand Awareness e Reputation;

    – servizi di personalizzazione di siti Internet acquisiti da impresa operante nel settore della produzione di software, consulenza informatica e attività connesse;

.

Per scaricare il testo del nuovo bando NIDI, clicca QUI

UN CAPOSALDO DELL’ECONOMIA ITALIANA. Vale 55 miliardi di euro all’anno. Scarica gli ultimi dati

copertina anie

L’ANIE, ha pubblicato gli ultimi dati dell’industria Elettronica ed Elettrotecnica  italiana

A fine 2014 il comparto ha evidenziato una crescita del volume d’affari su base annua di circa l’1%, con andamenti differenziati fra i comparti.

torta ripartizione fatturato

Entrando nel dettaglio, l’Elettrotecnica fa registrare alla fine dello scorso anno un +1%, mentre l’Elettronica, nonostante abbia saputo brillare meno in termini di fatturato estero (-2,3% rispetto al 2013), chiude comunque l’anno con un deciso +1,6%, trainata dagli ottimi risultati in termini di fatturato aggregato di Automazione industriale (+3,6%) e Sicurezza e automazione edifici (+4,9%).

fatturato anie

Ha mostrato inoltre una notevole dinamicità il comparto dei Sistemi di trasmissione di movimento e movimento e potenza, che ha sperimentato un’accelerazione del ritmo di crescita, pari al 4,6%. Perdura la sofferenza dei comparti Cavi (-4,6%), Ascensori e scale mobili (-4,3%) e Componenti e sistemi per impianti (-2,8%), penalizzati dalla debolezza degli investimenti nel territorio nazionale.

 

Dei 55 miliardi di euro registrati a fine 2014, 30 miliardi sono stati originati dalla vendita dei prodotti dell’eccellenza delle tecnologie made in Italy sui mercati esteri, con un’incidenza sul giro d’affari pari al 55%.

esportazioni

Per scaricare il report completo dell’ANIE, clicca QUI

SONO IN ARRIVO TANTE NOVITÀ PER LE PAGINE AZIENDALI FACEBOOK. Ecco i dettagli

Shop Service

In questi giorni Facebook ha presentato alcune interessanti novità per le pagine aziendali.
.
Per il momento sono in fase di test …ma se il riscontro sarà positivo verranno estese in tutto il mondo.

.
In particolare saranno aggiunti nuovi bottoni call to action nelle versioni mobile:

Chiama ora”, “Invia un messaggio” e “Contattaci”.

Contattaci

Saranno introdotti i nuovi bottoni per presentare i servizi dell’azienda o per acquistarli.

Servizi

Facebook offrirà una grande visibilità alle aziende che rispondono rapidamente alle richieste dei clienti...una sorta di “bollino di qualità” denominato “VERY RESPONSIVE TO MESSAGE“.

Very responsive to messageInsomma, tanta carne al fuoco.

.
.
Ecco l’annuncio ufficiale di Facebook .

CRESCE IN ITALIA LA PASSIONE PER LE BICI. Scarica il rapporto Confartigianato con tutte le statistiche

copertina bicicletta ok

La passione degli italiani per la bicicletta fa bene anche alla salute della nostra economia: le imprese che producono, riparano e noleggiano le ‘due pedali’ sono 3.066, danno lavoro a 7.940 addetti e, nell’ultimo anno, sono aumentate dell’1,5%.

 filiera bici

Un piccolo ma agguerrito esercito di aziende in cui dominano gli artigiani con 2.133 imprese e 4.064 addetti.

crescita filiera
La fotografia del settore che unisce tradizione produttiva e innovazione tecnologica è stata scattata da Confartigianato e presentata in questi giorni, in un rapporto dell’Ufficio studi della Confederazione, a ‘Cosmobike Show’, la Fiera internazionale della bicicletta che si è tenuta fino al 14 settembre a Veronafiere.

.

Per scaricare il rapporto, clicca QUI

ULTIME NOTIZIE DA LINKEDIN. Il Social Selling Index diventa GRATIS PER TUTTI GLI ISCRITTI. Ecco come funziona

social selling

Da oggi LinkedIn offre gratis ai suoi 380 milioni di iscritti il Social Selling Index.

*

Si tratta di un punteggio che esprime la capacità di usare al massimo il social network.

*

*

Il Social Selling Index, scaturisce dalla somma di 4 parametri:

*

– la capacità di “farsi brand”,

– saper individuare le persone giuste,

– essere attivi sul social network

– saper costruire relazioni.

 *

Per migliorare il proprio SSI basta seguire alcune indicazioni:

*

*

  1. Creare un brand personale attraverso la cura del proprio profilo, completandolo al 100%, arricchendolo di video e presentazioni Slideshare, collezionando raccomandazioni ed endorsement e infine condividere informazioni di qualità

    *

  2. Trovare le giuste persone (contatti e prospect) grazie all’uso del motore di ricerca interno (che ha una serie di filtri molto granulari) fino all’uso di strumenti a pagamento come Sales Navigator e Lead Recommendation.

    *

  3. Studiare i profili degli altri e tenere sott’occhio le statistiche per entrare in contatto con chi visita il vostro profilo

    *

  4. Essere proattivi condividendo contenuti, interagendo con gli altri, sfruttando i Gruppi, usando InMail per entrare in contatto con persone interessanti

    *

  5. Costruire relazioni durature e non semplici reti di contatti, attraverso rapporti più frequenti, soprattutto con persone senior.

*

Ecco il link per accedere al proprio Social Selling Index.

SENTENZA DELLA CORTE DI CASSAZIONE. La presenza di telecamere nei negozi deve essere adeguatamente segnalata al cliente. Ecco il testo

telecamera-negozio

Compie una violazione della privacy il titolare di un negozio che all’interno del locale installa per ragioni di sicurezza una videocamera senza però avvisare la clientela con l’informativa prevista dal codice per la protezione dei dati personali.

****

Lo ha stabilito la seconda sezione civile della Cassazione con la sentenza n. 17440/15.

****

Il caso nasce perché il titolare di un negozio aveva fatto installare una videocamera per sorvegliare l’accesso dei clienti all’interno del locale.

****

Al termine di un controllo amministrativo, gli agenti verificavano che la telecamera era stata installata senza l’informativa prevista dall’articolo 13 del decreto legislativo 196/03 e procedevano alla contestazione dell’illecito.

****

Il legale rappresentante del negozio chiariva che la videocamera aveva un’esclusiva funzione di sicurezza, non concretizzandosi alcuna violazione della privacy ai danni dei clienti.

****

Anche il tribunale calabrese arrivava alla stessa conclusione, ritenendo che la videosorveglianza rientrasse sì nel concetto di trattamento, ma non integrasse gli estremi della definizione di “dato personale” ai sensi della normativa vigente, pertanto la privacy non era compromessa.

****

Le conclusioni della Corte di Cassazione che accolgono il ricorso del Garante, sono del tutto differenti.

****

****

Non era preclusa al titolare del negozio la possibilità d’installare la videocamera per esigenze di sicurezza commerciale, ma l’attività, “integrante trattamento di dati personali – spiega la Cassazione – avrebbe dovuto formare oggetto di apposita informativa ai sensi dell’articolo 13 del decreto sulla Privacy”.

*******

Ecco il testo completo della sentenza della Corte di Cassazione.

DA OGGI SU INSTAGRAM PUOI INOLTRARE AI TUOI AMICI CON UN MESSAGGIO PRIVATO QUALSIASI CONTENUTO CHE TROVI SUL NEWSFEED. Ecco come si fa

Instagram

Instagram annuncia una interessante novità per il suo servizio di messaggistica.

_________________________________________________________________________

Potremo inoltrare con grande facilità ai nostri amici i post fotografici o i video pubblicati da chiunque e che appaiono sul nostro newsfeed.

L’invio sarà sotto forma di messaggio diretto ad amici o a gruppi di amici.

_________________________________________________________________________

Basterà cliccare sulla freccia che presto comparirà su ogni post accanto al simbolo del cuore e del commento.

freccia

Per accedere alle nuove funzionalità Direct, è necessario aggiornare Instagram alla versione più recente (Instagram 7.5, disponibile sull’App Store di Apple per iOS, e su Google Play per Android).

_________________________________________________________________________

Ecco il video ufficiale di Instagram.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: