Il Management.it

Home » 2017 » marzo

Monthly Archives: marzo 2017

LA POTENZA DEI DISTRETTI INDUSTRIALI ITALIANI. In questo report di Intesa San Paolo trovi tutte le statistiche (251 pagine)

Copertina distretti

.

rino-scoppio-per-blog

Rino Scoppio

.

Intesa SanPaolo ha pubblicato il 9° Rapporto sui Distretti Industriali Italiani.

.

Nel biennio 2015-16 i distretti industriali hanno ottenuto buoni risultati.

.

La crescita cumulata del fatturato è stata pari al +1,4% (malgrado la debolezza dei prezzi).

.

evoluzione fatturato

.

Fatturato e margini unitari sono ormai su livelli superiori a quelli pre-crisi.

.

Svettano alcuni distretti e, in particolare:

  • il prosecco di Conegliano-Valdobbiadene,

  • l’occhialeria di Belluno,

  • i salumi di Parma,

  • i vini dei colli fiorentini e senesi.

.

i distretti migliori

.

Per scaricare il rapporto di Intesa San Paolo, clicca QUI

.

TI OCCUPI DI RISTORAZIONE? In questo report troverai tutti i numeri del settore

01 - copertina

.

rino-scoppio-per-blog

Rino Scoppio 

.

.

La FIPE Confcommercio ha pubblicato un’interessante ricerca sullo scenario della ristorazione in Italia.

.

Questo rapporto fa il punto sullo stato dei pubblici esercizi in Italia utilizzando le informazioni disponibili al 31 dicembre 2016.

.

.

Si assiste ad una timida ripresa dei consumi fuori casa.

.

03- andamento consumi in casa e fuori casa

 .

La ristorazione fuori casa vale 76,4 miliardi di euro.

.

.

.

02- quanto valgono i consumi fuori casa

.

Il 77,1% degli italiani maggiorenni (era il 77% nel 2015) consuma, più o meno abitualmente, cibo al di fuori delle mura domestiche sia che si tratti di colazioni, pranzi, cene o più semplicemente di spuntini e aperitivi.

.

04- quante persone mangiano fuori casa

.

Ecco i comportamenti di consumo fuori casa nelle diverse occasioni della giornata: Colazione, Pranzo e Cena.

.

05 la colazione

.

Il Pranzo….

06 - il pranzo

.

.

La cena…

.

07 - la cena

.

Le imprese della ristorazione sono così ripartite:

.

08 - la segmentazione delle imprese di ristorazione

.

.

Per scaricare il rapporto della FIPE, clicca QUI

 

.

IL CROLLO DELLE NASCITE IN ITALIA. Scarica il nuovo report pubblicato dall’Istat

00 - copertina

 

rino-scoppio-per-blog

Rino Scoppio 

L’Istat ha pubblicato i nuovi dati socio-demografici sui residenti in Italia.

.

Al 1° gennaio 2017  la popolazione ammonta a 60 milioni 579 mila residenti, 86 mila unità in meno sull’anno precedente.

.

Gli stranieri sono poco più di 5 milioni.

.

.

09- in Italia 60 milioni di abitanti

.

La natalità conferma la tendenza alla diminuzione: nel 2016 ammontano a 474 mila bambini; il calo rispetto all’anno passato è del 2,4%.

.

05 - i nati in Italia nel 2015 e 2016

.

La provincia autonoma di Bolzano ha avuto il miglior incremento (+6,6%).

.

04- Tasso di variazione della popolazione per regione

 

.

decessi sono 608 mila, un livello elevato, in linea con la tendenza all’aumento dovuta all’invecchiamento della popolazione.

.

I residenti hanno un’età media di 44,9 anni, due decimi in più rispetto alla stessa data del 2016.

.

Gli individui di 65 anni e più superano i 13,5 milioni e rappresentano il 22,3% della popolazione totale.

.

.

07 - la popolazione anziana

.

La fecondità totale scende a 1,34 figli per donna; le straniere hanno avuto in media 1,95 figli nel 2016; le italiane sono rimaste sul valore del 2015 di 1,27 figli.

.

La vita media per gli uomini raggiunge 80,6 anni;  per le donne 85,1 anni .

.

010 - la mortalità fra uomini e donne

.

Per scaricare il report completo dell’Istat, clicca QUI

 

INNOLABS: SOSTEGNO A PROGETTI DI INNOVAZIONE SOCIALE

|Autore: Giorgio Caracciolo|

Il 13 marzo si aprirà lo sportello per la presentazione delle Domande di agevolazione previste da INNOLABS, il nuovo strumento della Regione Puglia a sostegno di Progetti pilota per la sperimentazione di soluzioni innovative di specifiche problematiche di carattere sociale. La metodologia di approccio prevede la partecipazione di 4 gruppi di Attori: la Pubblica Amministrazione, le Imprese, il sistema della Ricerca ed i Cittadini o loro Associazioni in qualità di co-sviluppatori di innovazione. Una quadrupla elica di soggetti in grado di dialogare tra loro per la sperimentazione di nuovi prodotti o nuovi servizi.

innolabs

I progetti pilota, di importo pari almeno a € 150.000,00 e durata massima di 18 mesi, devono essere riferiti ad un dominio tematico (Ambiente, Sicurezza e Tutela Territoriale; Cultura e Turismo; Energia Rinnovabile e Competitiva; Governo elettronico per la PA; Salute, Benessere e Dinamiche Socio-Culturali; Istruzione ed Educazione; Economia Creativa e Digitale; Trasporti e Mobilità Sostenibile) e collegati ad una Tipologia di aggregazione: 1) Smart City & Community; 2) Knowledge Community; 3) Business Community.

Le agevolazioni consistono in un Contributo in conto impianti fino ad un importo massimo di € 150.000,00 per singola impresa.

Per maggiori informazioni scarica la scheda innolabs

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: