Il Management.it

Home » Logistica & Trasporti (Pagina 2)

Category Archives: Logistica & Trasporti

300 ABBONAMENTI GRATUITI PER VIAGGIARE A PIENO CARICO. Scarica il bando per partecipare all’iniziativa della CCIAA di Bari

carichi

A chi è destinato il servizio di Borsa Carichi
Ad aziende pugliesi operanti nei settori di autotrasporto e/o spedizione. I codici ATECO ammissibili sono 49.41, 52.24, 52.29 e relative sottocategorie.
Sono in tutto 6.750 le aziende pugliesi potenzialmente interessate.
Gli abbonamenti gratuiti sono 300 e verranno assegnati a sportello, in base all’ordine di arrivo delle domande ammissibili.

Come ci si candida ad uno dei 300 abbonamenti gratuiti?
Partecipando al Bando per la concessione gratuita di un servizio di borsa carichi telematica alle imprese pugliesi di autotrasporto e spedizioni.

Come funziona la Borsa Carichi?
Immaginiamo un furgone di una azienda pugliese che va a Francoforte per scaricarvi fiori.
Viaggerà carico all’andata, vuoto al ritorno.

Oppure, si sposterà non completamente saturo.
Tutto questo per un’azienda rappresenta un costo e un mancato introito.
In soccorso degli operatori arriva allora la borsa carichi, un database online che permette all’azienda di viaggiare invece sempre a pieno carico, massimizzando il proprio business, creando economie di scala e contribuendo alla minore emissione di CO2.
La Borsa Carichi è un luogo d’incontro dell’offerta e della domanda; sull’altro versante del mercato, infatti, chi ha un carico da offrire (cioè ha bisogno di trasportare prodotti da un luogo all’altro) può inserire la propria offerta nel sito e trovare qualcuno che soddisfi la sua necessità.

Chi offre il servizio?
Il primo player italiano sul mercato, Transpobank, attivo dal 1989.

Ogni giorno sui suoi database vengono inserite oltre 10.000 nuove offerte di carichi.
Fra i clienti, migliaia di aziende italiane di spedizioni merci, logistica e autotrasporto di tutte le dimensioni, dal “padroncino” alla grande flotta.

Perchè il servizio non costerà nulla per un anno?
Perchè la Camera di Commercio di Bari utilizzerà le risorse europee del GIFT 2.0, un progetto finanziato dall’Interreg Italia-Grecia 2007-2013 (capofila Regione Puglia, Assessorato ai Trasporti).

L’Ente, attraverso vari casi pilota per lo sviluppo della logistica delle merci, intende in tal modo offrire servizi reali alle imprese e farlo in maniera del tutto gratuita.

Per scaricare il bando della CCIAA di Bari, clicca QUI

SCARICA I DATI DI VENDITA PER TUTTI I MARCHI

auto1

Acea è l’Associazione Europea dei Costruttori di Auto.

Ha pubblicato i dati sulle vendite per il 2014.

Il mercato delle auto in Europa torna positivo dopo sei anni.

Nel 2014 le consegne nei 28 Paesi Ue più Efta, secondo i dati dell’Acea, sono state 13.006.451, il 5,4% in più rispetto al 2013.

 auto2ok

A dicembre – 16esimo mese consecutivo di crescita – sono state vendute 997.238 vetture, il 4,9% in più rispetto allo stesso mese del 2013.

Nell’ultimo mese dello scorso anno, la domanda registra incrementi record in Spagna, dove è in atto un piano d’incentivi (+21,4%), seguita da Regno Unito (+8,7%), Germania (+6,7%) e Italia (+2,4%).

In calo invece in la Francia (-6,7%).

In tutto il 2014, l’incremento maggiore di auto immatricolate è stato registrato in Spagna (+18,4%), seguita da Regno Unito (+9,3%), Italia (+4,2%) e Germania (+2,9%).
auto2
Con quasi 768mila vetture vendute nell’Europa dei 28 più le nazioni aderenti all’Efta, il 2014 si è chiuso per Fiat con un incremento delle immatricolazioni del 3,5% e una quota di mercato del 5,9%, stabile rispetto al 6% del 2013.

auto3Per scaricare il report di ACEA, clicca QUI

INCREDIBILE MA VERO. NEL 2014 IL MERCATO DELL’AUTO IN ITALIA SI E’ RIPRESO. Leggi i dati completi

Schermata 2015-01-08 alle 17.15.58

Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha pubblicato i dati sulle immatricolazioni di auto in Italia nel 2015.

Le autovetture complessivamente vendute sono state 1.359.616, in crescita del 4,2% sulle 1.304.648 dello scorso anno.

Schermata 2015-01-08 alle 17.17.20

Il solo mese di dicembre, inoltre, ha contribuito al risultato totale con 91.518 autovetture immatricolate e un incremento del 2,4% rispetto alle 89.415 auto vendute nello stesso periodo dello scorso anno.

L’andamento dell’intero 2014 dettagliato nella struttura del mercato indica una crescita rispetto all’anno precedente di quasi tutte le motorizzazioni, con incrementi particolarmente sostenuti per le vetture ibride (+41% in volume, all’1,6% di quota) ed elettriche (+26%). Fanno eccezione le vetture a benzina che proseguono il loro calo, fermandosi al 28,7% di quota sul totale. In crescita la rappresentatività del diesel (55,2% del totale) e qualche decimo di quota acquistano GPL e metano, rispettivamente al 9,1% e al 5,3%.

Sul fronte dei segmenti registrano una buona performance le vetture utilitarie (seg. B) e medie (seg. C), rispettivamente in crescita del 6,5% edel 6,7%.

In leggera stasi le vetture dei segmenti D ed E, mentre ottima la crescita delle vetture alto di gamma (+60%), grazie alla commercializzazione di alcuni modelli di successo.

La regina delle carrozzerie nel 2014 è rappresentata dai crossover che, dopo aver acquisito nell’anno 3 punti percentuali di quota, raggiungono il secondo posto nel ranking delle più vendute (13,8% del totale), dopo le berline, che perdono invece rappresentatività fermandosi al 56,3%.

In crescita, infine, anche il mercato delle autovetture usate che con 4.248.229 trasferimenti di proprietà al lordo delle minivolture (le intestazioni temporanee al concessionario in attesa della rivendita al cliente finale) archivia un incremento del 2,6% rispetto ai 4.141.295 dello stesso periodo 2013.

Per scaricare i dati completi dell’UNRAE, clicca QUI

LA MOBILITA’ SOSTENIBILE IN ITALIA. Leggi il rapporto pubblicato da Euromobility

Schermata 2015-12-29 alle 13.23.27

Bologna si scopre la città più “ecomobile d’Italia” nel 2014 migliorando così rispetto al secondo posto dell’anno scorso.
Lo dice l’VIII rapporto di Euromobility, che analizza le cinquanta principali città italiane (tutti i capoluoghi di regione e i centri con più di 100mila abitanti).

Per stilare la pagella si analizzano il numero di utenti di car sharing e bike sharing, le emissioni prodotte dalle auto, l’offerta del trasporto pubblico, le zone a traffico limitato e quelle riservate ai pedoni, i parcheggi di scambio e a pagamento, le flotte di veicoli comunali, nonché delle iniziative di promozione e comunicazione a favore della mobilità sostenibile.

Bologna è prima in assoluto, seguita da Parma e da Milano: sul podio anche quest’anno tutte città del Nord.
Poco sotto Venezia al quarto posto e Brescia al quinto.
Nella “top ten” si confermano anche Bergamo al sesto posto e Firenze al settimo, mentre Roma è soltanto al ventiquattresimo posto.

Schermata 2015-12-29 alle 13.24.28

Chiudono la “top ten” Padova all’ottavo posto, Torino al nono e Genova al decimo. In fondo alla classifica della mobilità sostenibile Siracusa, Reggio Calabria e Potenza.
Per scaricare il report di Euromobility, clicca QUI 

VOLARE IN ITALIA. Leggi il rapporto pubblicato dall’Istat

trasporto

L’Istat ha pubblicato il Rapporto 2013 sul trasporto aereo in Italia.

Nel 2013 il traffico aereo da e verso gli scali nazionali ha segnato, rispetto all’anno precedente, una significativa flessione: i movimenti di aeromobili sono diminuiti del 5,7%, i passeggeri dell’1,8%, mentre le merci e posta sono aumentate dell’1,5%.

Gli aeroporti che registrano i maggiori cali di passeggeri sono Roma Fiumicino (-803 mila, -2,2%) Milano Malpensa (-548 mila, -3%) e Verona (-466 mila, -14,8%); quelli con i maggiori incrementi sono Trapani (poco più di 300 mila, +19,1%), Roma Ciampino (circa 257 mila, +5,8%) e Bologna (circa 248 mila, +4,2%).

Continua a diminuire l’utilizzo dei vettori italiani da parte dei passeggeri: la relativa quota è scesa tra il 2008 e il 2013 dal 51% al 34%.

Il 46% dei passeggeri utilizza voli low cost (47% nel 2012), quota che scende al 17% se si considerano solo le linee aeree italiane (24% nel 2012).

Per scaricare il report dell’Istat, clicca QUI.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: